Risparmiare gas e energia elettrica in azienda installando portoni industriali adeguati
10 Ottobre 2022
I più letti
  • superbonus 110% per sostituzione porta garage Agevolazioni e Superbonus 110% per portoni da garage
    Ristrutturazione edilizia e incentivi per sostituire la porta garage   Le agevolazioni fiscali in ambito edilizio sono un’opportunità per rinnovare i propri immobili recuperando totalmente o parzialmente le spese ma, poiché sono molteplici e necessitano spesso di interpretazioni, occorre informarsi in modo adeguato a riguardo. In questa fase, visto che le attuali disposizioni in materia […]
  • Porta sezionale finestrata con pedonale Inserire la porta pedonale nella porta del garage: perché no?
    Porta di servizio del box auto per ingresso e uscita a piedi: quando e come sceglierla   Il portone del garage è l’apertura che si usa abitualmente per il passaggio di automobili, moto e biciclette, ma molte volte esso è utilizzato per entrare e uscire di casa dai pedoni, anche con maggiore frequenza rispetto al […]
  • Agevolazioni fiscali per la sostituzione della porta garage
    Detrazione Irpef 50% e Iva agevolata per ristrutturazione garage   La Legge di Bilancio 2020 ha prolungato anche per l’anno in corso le detrazioni fiscali previste per le ristrutturazioni edilizie e la riqualificazione energetica degli edifici. Tra gli interventi soggetti ad incentivo rientra anche la sostituzione del portone del garage, per la quale è prevista […]

Risparmiare sui costi dell’energia è oggi più che mai un imperativo per le imprese di qualsiasi settore produttivo, visto l’aumento del prezzo del gas e dell’energia elettrica che è destinato a far lievitare le bollette aziendali. Un modo semplice per ridurre le spese per l’energia in azienda c’è, anche se forse non è il primo che viene in mente: cambiare i portoni industriali dei propri capannoni o siti produttivi. Scopriamo perché.

 

Come scegliere il portone industriale più adatto

Scegliere correttamente la migliore tipologia di portone industriale da installare in azienda può portare ottimi risultati in termini di risparmio energetico e di qualità dell’ambiente di lavoro. I primi aspetti che l’azienda e il fornitore di chiusure industriali dovrebbero valutare sono semplici ma fondamentali:

 

  • la frequenza di passaggio;
  • i mezzi di lavoro coi quali si transita;
  • dove si colloca il portone industriale;
  • il grado di sicurezza e di coefficiente termico del portone desiderato.

 

In base alle risposte a questi parametri è possibile individuare la tipologia di chiusura più appropriata per l’edificio in questione e per le specifiche necessità lavorative quotidiane.

 

Chiusure automatiche per aziende per risparmio energetico

Portone sezionale industriale: quando conviene

Qualora l’attività produttiva richieda fino a una trentina di passaggi nella giornata lavorativa si può valutare di installare un portone sezionale, che oltre ad avere un manto in pannelli coibentati con k termico a partire da 1.2 (il coefficiente termico indica la quantità di calore lasciata passare dalla chiusura in un’ora) è sempre predisposto per l’apertura automatica o subito motorizzato. Dotare il portone di automazione diventa indispensabile, poiché gli utilizzatori lo possano aprire e chiudere rapidamente ad ogni passaggio: un portone industriale manuale, infatti, anche in presenza di un numero ridotto di aperture rimarrebbe frequentemente aperto, vanificando il risparmio energetico.

 

Scopri le porte sezionali industriali BBG

 

Porta rapida industriale: i vantaggi

Nel caso di passaggi più frequenti occorre valutare l’installazione di una porta rapida. I portoni rapidi industriali, essendo chiusure in pvc, risultano meno performanti dal punto di vista termico rispetto ai portoni sezionali, ma grazie a una particolare motorizzazione offrono una velocità di apertura e chiusura impagabile, riducendo anche correnti d’aria che spesso e giustamente sono fonte di lamentela da parte dei lavoratori. Questo aspetto rappresenta un ulteriore vantaggio delle porte rapide per capannoni e prefabbricati, dal momento che se anche la qualità dell’ambiente di lavoro migliora diminuiscono i giorni di malattia.

 

Scopri le porte rapide industriali BBG

 

Portone a libro o scorrevole per uso industriale

In ultimo, la possibilità di installare un portone a libro o un portone scorrevole, che essendo realizzati in pannelli coibentati offrono un buon k termico ma quasi sempre vengono proposti con apertura manuale, con la conseguenza che durante l’attività lavorativa rimangono o sempre chiusi o sempre aperti.

 

Un buon compromesso è rappresentato dalla possibilità di abbinare il portone sezionale alla porta rapida: ad azienda chiusa il portone sezionale garantisce una chiusura totale e sicura, mentre durante l’attività lavorativa in momenti di frequente passaggio si potrà utilizzare solo la porta rapida lasciando il portone sezionale sempre aperto. Lo stesso ragionamento è possibile con l’abbinamento tra portone a libro e porta rapida.

 

Scopri i portoni a libro e i portoni scorrevoli BBG

 

Lo staff BBG è a disposizione di tutte le imprese per consigliare la chiusura industriale più idonea e per fornire anche i valori di trasmittanza corretti, tramite un programma apposito di calcolo del k termico dei portoni industriali, realistico e non teorico: contattaci.

Condividi la notizia

Ti potrebbe interessare anche...

Il portone del garage deve inserirsi armonicamente nel complesso architettonico e stilistico dell’edificio in cui viene installato: rifare a nuovo la facciata di casa per poi posare una porta garage...
In qualità di produttore e installatore di chiusure industriali professionali per fabbriche, capannoni, magazzini e stabilimenti produttivi, BBG contempla nella propria gamma di porte industriali di diverse tipologie, in base...
Le chiusure antincendio per aziende e capannoni   Spesso i portoni tagliafuoco e le porte pedonali tagliafuoco in ambito industriale vengono visti come un mero adempimento agli obblighi normativi. Questo...
Hai bisogno di aiuto?
RICHIEDI ASSISTENZA

I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.

La matricola è visibile sull’etichetta posta all’interno in basso a destra o sul manuale d’uso e manutenzione in vostro possesso.